Quando le Ferrari erano blu

La pubblicità e gli sponsor con il passare degli gli anni e esigenze di visibilità hanno fatto morire la tradizione che le vetture da corsa portassero la livrea con i colori nazionali. L’unica a mantenere viva “la storia” è rimasta la Ferrari  che, ha conservato la propria colorazione rossa seppure con piccole varianti di tonalità. Ma non tutti ricordano che le cose non sono sempre andate così, nel 1964 il Drake litigò fortemente con la federazione sportiva per motivi di omologazioni nelle varie categorie e ritirò ufficialmente la scuderia dal campionato F1. Non venne meno però l’agonismo e lo stesso non venne ritirato, le Ferrari continuarono a correre e apparvero nei GP degli USA e GP del Messico con una livrea bianca e strisce blu che identificavano la nazionalità USA in quanto, iscritte ufficialmente dalla NART (North American Racing Team), partner storico oltre oceano di Maranello. Bastò comunque questo segnale affinché tutte le diatribe venissero appianate.